Pozzo di Kono Kile (Oromia region, Etiopia)

La comunità rurale di Kono Kile conta circa 4800 abitanti dediti pressochè esclusivamente all’agricoltura e alla pastorizia. Nonostante la relativa vicinanza al capoluogo, l’area si presenta particolarmente svantaggiata sia per quanto riguarda i collegamenti stradali (un’unica strada non asfaltata la collega al capoluogo), sia per una cronica arretratezza.

La popolazione della Kebele di Kono Kile non dispone di una fonte di approvvigionamento di acqua potabile regolare e sicura. La maggioranza delle famiglie utilizza pozzi di bassa profondità (2-4 metri) scavati nel terreno presso le loro abitazioni, o si reca ad attingere acqua da pozze o da corsi d’acqua superficiali. Si tratta in ogni caso di acqua spesso contaminata, non protetta, soggetta ad inquinamento e spesso causa di infezioni.

Uno studio di fattibilità (consultabile in allegato) ha identificato l’ubicazione del possibile pozzo, definendone anche le modalità esecutive, i costi e le forme di compartecipazione ai costi da parte della comunità. I criteri guida nella scelta della nuova sede di perforazione sono stati, oltre alle caratteristiche idrogeologiche delle varie opzioni, anche la possibilità di facile allaccio alla rete elettrica pubblica per fornire energia elettrica alla pompa.
Il luogo prescelto per il nuovo pozzo è situato nella località Cheka Jalisa Buke River. La nuova sede richiederà la messa in posa di circa 1.1 km di tubature per allacciare il pozzo alla preesistente linea di collegamento con il serbatoio esistente. Saranno apportate alcune varianti alla rete di distribuzione, includendo possibilmente un collegamento anche con l’Health Post locale. A titolo orientativo si prevede che la perforazione possa arrivare tra i 120 e i 150 metri di profondità per un costo complessivo di 130’000 euro.

I lavori dovrebbero poter partire a Novembre 2022, al termina della stagione delle piogge.

Il Progetto sarà realizzato da Fondazione Elena e l’ONG CUAMM, con la partecipazione delle Autorità locali e dell’intera comunità.